Sostituzione alternatore 300c touring CRD 2006

Andare in basso

Sostituzione alternatore 300c touring CRD 2006

Messaggio Da artimusicali il Sab 11 Ago 2018 - 19:50

Ciao a tutti,
i mio problema è stato l'alternatore. In autostrada si è accesa la spia "batteria" rossa. Controllo con il tester, l'alternatore non carica niente. Compro nuovo alternatore da mio ricambista (270 euro, Lucas, rigenerato con 50 euro indietro quando restituisco la carcassa di quello vecchio).
Lascio, per problemi vari, l'auto ferma per qualche giorno. Torno in auto per cambiare alternatore, accendo:la luce spia batteria non si accende più. Faccio qualche km, l'alternatore "vecchio" funziona di nuovo! Metto in baule quello nuovo e continuo così. Passato un anno e mezzo. Settimana scorsa si accende di nuovo la spia batteria rossa. Controllo con il tester, l'alternatore non carica (deve segnare più di 14V, segnava solo i volt della batteria, circa 11,Cool. Nel frattempo su questo Forum avevo trovato che il trafilamento di gasolio dai tubi alimentazione può causare problemi all'alternatore. Odore di gasolio in cofano motore? Si. Ma solo quando era successo la prima volta. Poi sparito odore, da solo! Di solito appena trovo difetto, riparo. Questa volta lascio tutto com'è. Cambiato alternatore. L'odore di gasolio non c'è più. Ho lavato attentamente tutto il motore per vedere meglio, non c'è nessun trafilamento, da dove veniva l'odore allora?
ATTENZIONE!!! Prima di cominciare a lavorare per togliere l'alternatore assicurarsi di avere scollegato completamente la batteria situata nel vano posteriore a destra, sotto il ripiano di carico. Questo perchè, appena l'alternatore tocca una qualsiasi parte in ferro, parte una bella scintilla e sono dolori. Lavorate solo e solamente con guanti in gomma che vi proteggano da tagli e abrasioni, usate occhiali antinfortunio (magari quelli simili alle montature convenzionali, se non si vuole la protezione tipo maschera da sub, specie se dovete mettervi sotto l'auto e cola il liquido del radiatore negli occhi!!! Fate il lavoro a motore freddo, certi che l'auto sia sollevata in piano e appoggi almeno su quattro cavalletti di portata minima 2 tonnellate (non le portano mai davvero 2 !!!). non lasciate mai l'auto sospesa su crick o apparati si sollevamento improvvisati, il rischio che l'auto vi schiacci è molto serio. Quando smontate i tubi, preparate una o più vaschette pronte a ricevere i liquidi che usciranno. Il liquido di raffreddamento è corrosivo. E' importante che lavoriate con il motore pulito, mettendo in evidenza i vari dispositivi, i tubi, le parti in metallo. Se usate acidi corrosivi come il pulisci-motore spray, proteggete gli occhi. Proteggete le parti in gomma e in plastica. Se non ve la sentite di prendere tutte, nessuna esclusa, queste precauzioni, lasciate stare. Il risparmio per un buon fai da te è di circa 500 euro, se il vostro concessionario è onesto. Fate un calcolo sul rischio e poi decidete con calma. Può sembrare un lavoro facile, ma non è affatto.
Comincia la storia: come si smonta l'alternatore? 4 viti, due connessioni: polo negativo, cavo con anello e dado che lo trattiene sul corpo alternatore, spina con fili che vanno all'impianto elettrico per la ricarica ecc.
Condensatore in plastica con filo unico. Questo è fissato su una staffa che sostiene anche uno dei tubi in gomma che portano liquido refrigerante, ma stranamente, non compare nei vari video tutorial, sappiate che c'è un condensatore e che bisogna toglierlo!. Ma prima bisogna trovarlo, l'alternatore!!!. Shocked  
Lo si vede aprendo il cofano, sbirciando dalla parte sinistra, verso il basso, si vede solo la "griglia" con dietro l'avvolgimento in rame, così, a occhio nudo. poi guardando meglio con la pila si vedono le viti superiori. Da sotto bisogna togliere il carter che protegge la parte anteriore del motore, con le sue tante viti piccole. In questo modo si riesce a vedere l'alternatore e il tendicinghia, ma non aspettatevi di vedere subito, anche con tanta luce c'è un gran casino lì sotto. Ora bisogna allentare la cinghia in gomma dei servizi. Non è un lavoro semplice, bisogna individuare il tensionatore. In questo caso (300c CRD 2006) è posto in posizione scomodissima, sotto un grande carter in plastica nera che lo nasconde alla vista dall'alto. Diciamo che lo spazio per lavorare è tra il radiatore (con relativa ventolona) e le varie pulegge visibili (quelle che non ci interessano, mentre quella dell'alternatore è nascosta dai tubi, ecco perchè ho smontato tutti i tubi che potevo.
Il cosiddetto "tendicinghia" funziona così: una molla caricata (molto potente) lo tiene costantemente teso in modo che la sua puleggia pratichi sulla cinghia la giusta pressione. Bisogna vincere la forza della molla inserendo una chiave per dadi esgonali a occhiello sull'apposito perno di aggancio e tirare verso il basso, il tendicinghia è un vero bastardo e si muoverà ruotando in senso antiorario per circa un cm, non di più, (nella foto lo si vede per il lungo, ma nella mia macchina era con il perno in basso). E' uno sforzo e io ho usato una chiave da 13 con un tubo quadrato di prolunga, mentre con l'altra mano ho tolto la cinghia dalla puleggia dell'alternatore. Dopo questo lavoro ho dovuto mangiare molta pasta col sugo, perchè il morale cominciava a fiaccarsi. Ma c'è di peggio.

Questo è il tendicinghia: a sx si nota il perno dove si inserisce la chiave. In questa foto il tenditore è "sdraiato per il lungo", mentre sull'auto era messo in verticale con il perno di aggancio verso il basso.


Se sbaglio qualcosa correggetemi. Passo finalmente a tentare di svitare le quattro viti, due sopra, due sotto, ma sono difficilmente accessibili sia da sopra che da sotto.
Provo a svitare con chiave a cricchetto, molto difficile da sopra. da sotto nemmeno a parlarne. Quindi ho provato di fianco, non esiste (ho cercato dappertutto) un tutorial sul cambio dell'alternatore nella versione diesel della 300c, a meno che non sia russo o riguardi la Mercedes 320...non so. Però nel più volte citato manuale da 9000 pagine c'è il riferimento allo smontaggio della ruota anteriore destra. Correttissimo! Se non fosse che vi si trova davanti un ostacolo e non si vede niente.
Smonto ruota anteriore destra.Quando la smontate vedrete una protezione, verso l'alternatore, dietro quella protezione (che va svitata e tolta) si accede alle viti. Tolgo piccolo carter insonorizzato avvitato su carrozzeria interna (non telaio).Accedo alle viti, le vedo quasi tutte, ma riesco a svitarne solo due in basso, quelle in alto vanno fatte dall'alto con una pazienza che vi lascio immaginare. Ero attreazzato con varie chiavi a cricchetto, prolunghe ecc, ma è stata un'impresa, almeno per me, ovvio. Svito con chiave da 13 piano piano riesco a togliere tutto. Fatica, molta fatica. Adesso l'alternatore è libero.Svito il dado (si sente solo allungando le dita dietro l'alternatore, si deve andare a tentoni e allentarlo con una chiave da 13, se non mi ricordo male) che trattiene il cavo della messa a telaio. Poi levo la spina di connesisone dei cavi di carica. Ma l'alternatore non esce!E' pesante, viene verso il basso e lo giro e rigiro. Provo in avanti, verso radiatore, non c'è posto, sotto c'è una parte del telaio che sostiene le sospensioni, impensabile svitare questa! Tolgo tubo che va a corpo farfallato dal radiatore

(il tubo grande del corpo farfallato, innestato prima sulla manica in plastica nera che alloggia il sensore di temperatura dei gas che vanno alla turbina)



Ho tolto, (svitando il raccordo in alluminio alla pompa iniezione), uno dei 6 tubicini che portano gasolio al motore dalla pompa e messo più in là, per fare spazio.Bisogna stare attenti a non piegare troppo, se no si crepano e addio. Tolto tubo inferiore che porta il liquido raffreddamento e anche quello superiore. Finalmente sono riuscito a togliere l'alternatore dall'alto. Ma ho tolto anche la scatola di recupero dei vapori, sempre se non sbaglio le definizioni, quella nera che indico nella foto sotto. Questa "scatoletta nera" è fissata con tre viti Torx (maschio esagonale). Due si vedono, la terza è sotto a destra e bisogna trovarla. Utile avere uno specchio per le ispezioni e una torcia piatta di quelle calamitate a led in gomma, che si può inserire un pò dappertutto.

La "scatoletta"


Il tubicino del gasolio che ho svitato e messo da parte con delicatezza.



In un video su Youtube, si vede chiaramente come (Dodge Magnum) questo alternatore viene tolto dal basso. Ma nella mia macchina in basso non c'è spazio. Metto quello nuovo. Molta fatica. Prima preparo il cavo di messa a telaio e la spina, poi riavvito le 4 viti, puntandole solamente, sistemo i cavi al loro posto serrando il dado che tiene la messa a telaio, poi stringo le quattro viti.  Molto più facile che togliere. Faccio sempre tutto da solo sulle mie auto. Questo è il lavoro più faticoso che mi sia capitato.
Ho forse sbagliato qualcosa?


NOTA: prima che si accendesse la spia rossa della batteria ho avuto problema con spia valvola farfalla lampeggiante, motore non partiva più. Ho letto sul Forum tutto: problemi swirl, ponticellare con resistenza i due contatti della presa, valvola EGR, tutto! Dopo aver cambiato alternatore, ho controllato tutto e ordinato via internet 4 resistenze 4.7ohm 10 Ampère. Mi preparavo al peggio. Tolti i fusibili automatici che si trovano nella scatola anteriore a destra, rimessi a caso (sono tutti uguali), prima li ho provati e andavano... Spia rossa farfalla non si accende più. Ho fatto di tutto: tolto corrente dalla batteria, lasciato una notte senza corrente, per resettare messaggio errore. Fatto procedura "on-off 2 volte" con chiave nel blocchetto per visulaizzare messaggio errore, nessun messaggio. Premuto azzeramento contakm per fare azzerare errori, scritta "done" ok. Tolto, pulito e fissato meglio il tubo per il quale si consiglia qui di mettere un "T", tutto bene. In pratica, più che pulire e giocare con metti e togli non ho fatto. Risultato: adesso l'auto va perfettamente. Forse FAP sporco? Io non l'ho pulito. Qualcuno di voi sa qualcosa di magia? Boh... Adesso continuo a indagare, tra fusibili, valvole a farfalla, EGR, FAP, non si capisce niente! Quando avrò chiaro perchè quella spia si è accesa e il motore si è spento ve lo dirò molto volentieri.
Vi ringrazio infinitamente per i consigli di questo Forum. Senza di voi non avrei saputo come fare. Spero che questo contributo, anche se un pò incasinato, possa servire a chinque abbia problemi con la nostra amata Chrysler 300c. Ciao a tutti.

La foto di questa staffa è presa dal filmato su youtube di una Dodge Magnum. Sulla 300c CRD non esiste. (almeno non nella mia CRD)



Cavi dell'alternatore (il rosso vernice lo ha messo l'utente)

Il mio vecchio alternatore, in particolare il punto dove si attacca il cavo che va alla massa (ad anello sul filetto con dado e a scatto) e la presa generale.
Gli alloggiamenti delle quattro viti, in alcuni modelli l'alternatore ne ha di diversi, ma il principio è simile.



Fusibili automatici (ordinati per sicurezza su internet. Si chiamano "relay N° 21911 C" )


Vista dall'alto (lato scatola fusibili del vano motore) della scomodissima posizione delle viti superiori dell'alternatore)
avatar
artimusicali

Maschio Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 25.01.16
Età : 52
Località : MILANO

Torna in alto Andare in basso

Re: Sostituzione alternatore 300c touring CRD 2006

Messaggio Da danieleemilio il Dom 12 Ago 2018 - 16:47

Ammazza, bel lavoraccio! Complimenti!
Per evitare che il problema si ripeta sarebbe meglio montare il carterino coprialternatore, su alcune è di serie (presumo la srt-d come la mia che lo ha già e forse anche in base all'anno di costruzione quando si son resi conto di alcue "magagne"). Mi pare che non superi €10 se il conce/fornitore è onesto.

ps. la questione "son dolori se non staccate la batteria" l'ho sperimentata di prima persona anche se su altra auto e per pezzo differente, effettivamente non è un'esperienza che ripeterei...
avatar
danieleemilio
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale

Maschio Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 30.11.12
Età : 43
Località : Oristano

Torna in alto Andare in basso

Re: Sostituzione alternatore 300c touring CRD 2006

Messaggio Da PPC il Dom 12 Ago 2018 - 18:29

Complimenti per il lavoro!!!
avatar
PPC
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale

Maschio Messaggi : 4286
Data d'iscrizione : 28.02.11
Età : 49
Località : CAGLIARI

Torna in alto Andare in basso

Re: Sostituzione alternatore 300c touring CRD 2006

Messaggio Da RobySRT6 il Lun 13 Ago 2018 - 9:19

L impianto elettrico e l elettronica del trecentone sono di difficile interpretazione.
A volte un semplice stacco della batteria risolve tutto, altre volte niente.
Io sono seriamente preoccupato per i casi di incendio che si sono verificati anche fra utenti del forum, vista anche l eta non piu freschissima e ho deciso di scollegare la batteria ogni volta che lascio fermo il 300 per giorni....non avendolo in park sotto casa, non lo posso controllare, quindi adotto la tecnica che uso per Elky e R5....via il positivo e dormiamo sogni tranquilli. Non si dovrebbe fare sul 300, lo so,pero'.....
avatar
RobySRT6
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale

Maschio Messaggi : 12264
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 50
Località : Venezia

Torna in alto Andare in basso

Re: Sostituzione alternatore 300c touring CRD 2006

Messaggio Da artimusicali il Lun 13 Ago 2018 - 15:58

Grazie per i complimenti, purtroppo mentre lavoravo ero talmente preoccupato che ho completamente scordato di fare foto del "vano" che si era creato per fare uscire l'alternatore.
Per l'elettronica è proprio vero, questa macchina sembra avere una vita tutta sua!
Il riparo per l'alternatore non c'è sulla mia, ma si rimedia presto. Per gli incendi, fa davvero paura il pensiero. Ho scoperto che uno dei fusibili "automatici", per intenderci quelli con la sigla 21911c, era caldissimo, surriscaldato. Se fa così vuol dire che qualcosa non va. Lo fa a luci accese. Per questo ne ho ordinati altri, ma si trovano solo usati, nuovi costano tantissimo e non ho trovato niente che non sia in America o Cina. In concessionaria non ci ho proprio messo piede. L'ultima volta per il cambio dell'olio dei differenziali e del cambio mi avevano chiesto 1500 euro! Facendo da soli va tutto a rilento perchè, anche facendo un test con l'obd, dubito che ne capirei qualcosa. Domani ho la revisione e stanotte mi hanno rotto la maniglia della portiera del guidatore. Colpa mia, parcheggiata troppo lontano dalla luce dei lampioni. Insomma, ho già dovuto fare una capannina in salotto per il mio gatto, che è un abitudinario e la vuole per forza se no ti sveglia, mica dovrò farne una anche per la 300??? A parte scherzi, quando funziona è un'auto meravigliosa, non credo ne esistano altre così. E questo forum è un'oasi nel deserto. Nel frattempo, per chi le fa, buone vacanze a tutti e buon ferragosto!!! sunny
avatar
artimusicali

Maschio Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 25.01.16
Età : 52
Località : MILANO

Torna in alto Andare in basso

Re: Sostituzione alternatore 300c touring CRD 2006

Messaggio Da taxitixi il Mar 14 Ago 2018 - 22:17

Complimenti gran lavoro e illustrazione

_________________
avatar
taxitixi
Moderatore
Moderatore

Maschio Messaggi : 14143
Data d'iscrizione : 07.09.10
Età : 47
Località : Segrate

http://www.028585.it/

Torna in alto Andare in basso

Re: Sostituzione alternatore 300c touring CRD 2006

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum